Inudstry-concept

Per l'orologeria è arrivato il momento di insegnare

   
AITI

Gli smartwatch sono riusciti negli ultimi anni a conquistare una bella fetta del mercato. È un dato di fatto incontrovertibile. Ma vuoi mettere il fascino di un orologio meccanico per l’uomo o di un orologio gioiello per le donne? È il quesito, a mo’ di provocazione, che si è posto in prima pagina negli scorsi giorni il New York Times parlando dell’industria orologiera. Un settore in buona salute soprattutto per quel che riguarda l’alta gamma – sottolinea il giornale americano – per il quale tuttavia è “arrivata l’ora di insegnare”.

AITI-orologeria-smart-watch-2

Ma cosa deve insegnare? E soprattutto, a chi?
La tesi di Peter Speake – Marin, uno dei maggiori esperti inglesi di orologi, è molto semplice. In un futuro tutt'altro che lontano, che potrebbe esser anche visto come un prossimo presente, i “nuovi” clienti che si interesseranno a questi beni saranno i Millenials. Ed ecco il punto: per apprezzare un orologio “classico” occorre capire cosa c’è dietro. Quanti secoli, se non millenni, di know-how l’oggetto simboleggi. I Millenials hanno bisogno di qualcuno che apra loro le porte di questo universo artigianale, storico e culturale. Altrimenti non saranno mai disposti a pagare decine o centinaia di migliaia di franchi per un orologio, la cui unica funzione “pratica” è quella di segnare l’ora.

AITI-orologeria-smart-watch

La strada intrapresa è quella giusta
I brand – ha commentato Marco Schommer, direttore del Watchmakers of Switzerland Training and Educational Program - sembrano aver capito l’urgenza della questione. Insegnare prima di tutto. I risultati del 2018 per quel che riguarda le esportazioni di orologi svizzeri sembrano confermare la bontà della strada intrapresa dalle aziende. Chi pensa che sia solo l’uomo disposto a spendere cifre esorbitanti per un orologio si sbaglia di grosso. Complice la distribuzione più equilibrata del potere d’acquisto tra uomo e donna, i risultati del 2018, ma soprattutto le proiezioni per l’anno in corso parlando di un settore, quello degli orologi – gioielli, in forte ascesa.

Altri articoli del blog