Inudstry-concept

La sicurezza informatica aziendale arriva nelle case

   
AITI
< Indietro

La cybersecurity è un aspetto che ha preso piede con la trasformazione digitale: la preoccupazione sulla privacy che prima toccava solo il privato, ora ha intaccato il contesto aziendale. Anche le aziende hanno la necessità di avere delle linee guida e delle norme da seguire per rendere il più sicuro possibile la loro infrastruttura critica, i loro dati sensibili e la sicurezza personale.

Sul nostro territorio è presente un gruppo strategico di riferimento per la sicurezza informatica – Cyber sicuro – che si occupa della sensibilizzazione e dell’alfabetizzazione digitale, preparando e consapevolizzando tutte le risorse. Ma perché parlarne proprio ora? Con il telelavoro l’attenzione rivolta alla sicurezza informatica deve assolutamente aumentare. Lo scorso 19 marzo il gruppo Cyber sicuro ha voluto diramare alcuni consigli per chi sta praticando il telelavoro:

  • se per accedere a Internet per questioni professionali si utilizza la rete casalinga, assicurarsi di cambiare nome e password del router affinché non contengano informazioni personali, che potrebbero essere facilmente identificate e usate per violazioni e attacchi informatici;
  • assicurarsi che il dispositivo elettronico, quando non viene utilizzato, sia protetto da una password e depositato in un luogo fuori da ogni possibile manipolazione involontaria;
  • attenersi alle direttive per il telelavoro/smart working della propria azienda;
  • da casa è raccomandabile utilizzare dispositivi elettronici professionali solo tramite un canale di comunicazione sicuro (VPN);
  • se la rete di casa è usata da molteplici dispositivi elettronici è auspicabile disporre di un protocollo in cui le informazioni sensibili possano transitare in un ambiente sicuro e protetto, fuori dalla portata di ogni forma di accesso indesiderato;
  • alle aziende si raccomanda di allestire un piano di gestione degli incidenti nel caso in cui la rete casalinga dei dipendenti dovesse subire violazioni indesiderate.

Semplici raccomandazioni che, se seguite, garantiscono la sicurezza informatica anche tra le mura di casa.

Tuttavia, la maggior parte delle aziende deve anche fare i conti con le videoconferenze e non sempre le piattaforme gratuite sono attendibili. Alcune sembrerebbero utilizzare i propri dati e quelli del dispositivo per una condivisione o rivendita a scopo commerciale con terze parti, rappresentando un pericolo per l’azienda e compromettendo la sicurezza dei dati. Il consiglio del gruppo strategico è di consultare attentamente i termini e le condizioni d’uso, come pure affidarsi al proprio datore di lavoro circa la piattaforma più idonea da utilizzare. Anche durante il telelavoro, dunque, è bene non abbassare la guardia e prendere precauzioni per la sicurezza informatica personale e aziendale, proteggendo non solo i nostri dati sensibili ma anche quelli dell’impresa.

Elmec Suisse quadrato

Altri articoli del blog