Inudstry-concept

La formazione: una responsabilità condivisa fra Stato, aziende e collaboratori

   
AITI

Sempre più studi – ne abbiamo già parlato in questo blog – indicano che in futuro vi sarà un considerevole aumento di richieste di competenze; in Ticino ad esempio la quota parte di aziende che richiedono qualifiche elevate è passata dal 20 % nell’anno 2000 a quasi il 40 % nel 2018. Queste competenze devono essere costruite attraverso un processo duraturo e costante, che parte da una solida formazione di base fino ad arrivare a quella professionale, senza dimenticare la formazione continua, così come individuale.

AITI-formazione-e-responsabilità-aziende

La legge federale sulla formazione continua del 20 giugno 2014 nel suo articolo 5 sancisce in modo chiaro che ognuno è responsabile della propria formazione continua e che ogni cittadino deve essere consapevole che la formazione continua sarà un elemento essenziale per la propria carriera professionale.

formazione-aziende-responsabilità

Ma naturalmente anche le aziende fanno la loro parte e la formazione dei propri collaboratori rimane uno dei migliori investimenti possibili. Infatti in un momento storico in cui l’evoluzione tecnologia è in continua accelerazione e la concorrenza sempre più agguerrita, proprio la formazione del personale consente all’azienda di rimanere competitiva. La flessibilità necessaria ai collaboratori per reagire ai cambiamenti è possibile ottenerla unicamente attraverso uno sviluppo delle proprie competenze, andando a rafforzare quelle capacità che permettono di adeguarsi ai cambiamenti non solo tecnologici, ma anche culturali e sociali.

Un altro importante effetto della formazione è senz’altro motivare i collaboratori alla propria crescita, permettere loro di acquisire sempre maggiori competenze e quindi svolgere il proprio compito nel miglior modo possibile, condividendo obiettivi e visioni. Queste condivisioni generano sicuramente nei collaboratori un aumento di motivazione e soddisfazione, certo, ma pure un sentimento teso in un qualche modo a ricompensare la fiducia che l’azienda ha riposto nei loro confronti.

E d’altra parte, un’azienda è fatta di individui e non può sperare di crescere indipendentemente; la sua crescita è imprescindibilmente correlata a quella delle proprie risorse, che vanno motivate, formate e appassionate al lavoro.

Altri articoli del blog