Inudstry-concept

Influencer in ufficio

   
AITI
< Indietro

L’introduzione di nuove tecnologie sul posto di lavoro facilita i compiti di tutti, ma spesso è anche causa di scontenti, soprattutto se i dipendenti non sono informati e non sono entusiasti del cambiamento, anche considerando che le conversazioni interne avvengono sempre più su canali privati e diretti.

Forbes ha individuato una possibile soluzione: gli influencer. Non stiamo parlando di influencer sui principali social, ma in ufficio, cioè coloro che esercitano un’influenza eccessiva su altri dipendenti, leader e dirigenti e che possono creare dei moltiplicatori di forza interni per messaggi positivi. Sul posto di lavoro se ne possono incontrare ben quattro tipologie diverse:

 

1. The Major (sindaco): è la persona che conosce tutti, indipendentemente da dove si siedono nell’organigramma. Spesso, se supporta una nuova idea molte altre persone la supportano, perché influenzati dalla sua scelta.

 

2. The Energizer: motivatore per eccellenza, l’Energizer non si limita a guardare il flusso di informazioni tra gli individui, ma crea vera e propria energia. È sempre entusiasta e positivo e influenza in questo modo anche gli altri colleghi.

AITI_influencer in ufficio

3. The Bridge (ponte): è una persona che fa da vero e proprio ponte tra gruppi. Anche lui, come il Major, conosce tutti, ma è importante perché riesce a stabilire connessioni fra diversi gruppi di colleghi.

 

4. The De-Energizer: questo influencer è negativo per l’azienda, perché riduce al minimo l’entusiasmo per nuovi progetti e cambiamenti. È resistente a qualsiasi evoluzione. La carta vincente è riuscire a coinvolgerlo per potere portare avanti un’iniziativa.

Per l’azienda è fondamentale identificare subito gli influencer nella propria organizzazione tramite sondaggi. La domanda fondamentale da inserire è “indica le persone migliori a cui ti rivolgi per ottenere informazioni per svolgere il tuo lavoro adeguatamente”. In questo modo le reti si delineano e i quadri possono capire chi sono i leader della comunicazione, cioè coloro che possono influenzare positivamente (o negativamente, nel caso del De-Energizer) l’entusiasmo e la motivazione dei colleghi.

AITI_Influencer in ufficio_

Dopo avere individuato gli influencer dei dipendenti, è bene attivare la rete partendo dai Bridge, interagendo con loro in maniera attiva e bidirezionale. Bisogna entusiasmare gli influencer, tenere alta la motivazione, ascoltare per prevenire malumori in ufficio e creare forti legami tra rete dirigente-influencer-collaboratori.

Ogni programma di cambiamento dovrebbe essere trattato come una vera e propria attivazione degli influencer, per ricordare ai dipendenti perché hanno aderito o perché dovrebbero continuare a sostenere l’evoluzione in atto.

Tuttavia, è da tenere presente che, seppure autentiche, bisogna evitare di mostrare troppo le attenzioni verso gli influencer. È fondamentale infatti cercare di mantenere buoni rapporti con tutti i collaboratori.

ISS Facility Services quadrato

Altri articoli del blog