Inudstry-concept

Industria? We like It!

   
AITI

Dall’ottobre del 2013 con la propria iniziativa “Industria? We Like it!” AITI propone nelle scuole medie del cantone Ticino una mostra testuale/fotografica sulle professioni industriali, porta allievi e docenti nelle industrie della zona per conoscerle e vedere come e cosa producono ed è a disposizione anche per incontrare le famiglie.

AITI apprendistato formazione industriale 2

Importante per AITI è poter presentare ai giovani che stanno scegliendo il proprio futuro, così come alle loro famiglie, le opportunità formative e di carriera che le imprese industriali possono offrire in numerose professioni.

Storicamente, è una situazione conosciuta, i giovani e le famiglie del cantone Ticino non hanno mai rivolto grande attenzione al settore industriale. Ciò perché la conoscenza dell’industria non era probabilmente sufficiente da un lato, mentre dall’altro lato abbiamo vissuto un’epoca nella quale soprattutto l’apprendistato nelle professioni era considerata una scelta di serie B. Ma le cose stanno cambiando e, complice forse la crisi del settore finanziario e la riduzione dei posti di lavoro collegati al settore pubblico, sempre più giovani oggi scelgono la via della formazione duale.

AITI apprendistato formazione industriale

Un ulteriore obiettivo che ci poniamo per i prossimi anni, in collaborazione anche con la Divisione della formazione professionale, è quello di aumentare il numero delle aziende che formano apprendisti: attualmente l’industria offre ogni anno circa 330 posti di apprendistato, un numero che è indubbiamente necessario far crescere. Compito dell’Associazione sarà quindi quello di sensibilizzare gli imprenditori sull’importanza di formare la manodopera del futuro. Infatti chi attira talenti e li introduce nella propria azienda può trarre numerosi vantaggi, ma soprattutto una formazione di base completa trasmette ai ragazzi la passione per la propria professione, aprendo la strada anche a ulteriori qualifiche.

Formare apprendisti è un approccio sostenibile per rispondere al fabbisogno futuro di personale specializzato.

Altri articoli del blog