Inudstry-concept

Il lavoro dei sogni? È in Svezia

   
AITI

Spesso si trovano annunci in rete e non che promettono fortune con il minimo sforzo. O addirittura fantomatici lavori come l’assaggiatore di Nutella o il tester di materassi. Niente di tutto ciò. La notizia che invece arriva direttamente dalla Svezia e per la precisione dalla stazione di Korsvägen a Göteborg è di quelle a dir poco rivoluzionarie. 

AITI Lavoro dei sogni 2 Stoccolma

Si parla di un contratto a tempo indeterminato, con ferie, malattie, pensione e via dicendo. Insomma con i tempi che corrono potremmo dire “una manna dal cielo”. Il bello però deve ancora venire. Tutto questo per… un totale di due minuti netti di impegno al giorno. E un compenso che dovrebbe aggirarsi intorno ai duemila euro al mese (2300 CHF circa). Non male verrebbe da dire. La proposta (che ci scommettiamo riceverà milioni di curriculum vitae) dovrebbe vedere la luce nel 2025.

In cosa consiste il lavoro?

Aprire e chiudere la stazione mattina e sera. Accendere e spegnere le luci ad orari prestabiliti. Stop. Il resto del tempo si potrà fare qualunque altra cosa. A patto però che non venga ulteriormente retribuita. Si potrà rimanere all'interno della stazione o anche andarsene ad esempio in palestra o addirittura a casa a dormire.

AITI Lavoro dei sogni 1294x467-5

Una riflessione sul futuro

Se è un sogno – verrebbe da dire – non svegliatemi. Dietro a questa idea si racchiude però una sorta di esperimento sociale messo a punto da due artisti. La coppia, dopo aver ricevuto dalla Public Art Agency Sweden 570 mila euro per decorare la stazione, ha pensato bene che invece di spendere i soldi in installazioni e affini poteva investirli in quella che diventerà la loro opera d’arte in divenire: “la vita dell’impiegato”. Ponendo al contempo le basi per un’importante riflessione sul futuro del mondo del lavoro.

Altri articoli del blog