Inudstry-concept

Formiamo gli specialisti del futuro … e aiutiamo le donne a conciliare lavoro e famiglia

   
AITI

L’HR Manager Alessandro Metrico racconta l’impegno di Schindler Supply Chain Europe Ltd – Locarno Branch SA nei confronti dei giovani apprendisti e delle collaboratrici mamme.


Alessandro, da specialista in Risorse Umane, ritiene che esistono delle Soft Skills squisitamente femminili?

A titolo personale, ritengo che un’impresa moderna possa essere vincente solo se possiede un bilanciato e naturale equilibrio tra competenze di natura tecnica e abilità e attitudini legate al carattere e alla personalità. Al saper fare è necessario affiancare le qualità del saper essere, qualità legate all’intelligenza emotiva. In questo senso ritengo che il successo sia rappresentato dalla valorizzazione della “Diversity”, cioè della varietà di capacità e di pensiero all’interno dell’azienda. Tra le soft skills particolarmente presenti nelle donne posso menzionare senz’altro le soft skills sociali, quali la capacità di comunicare, creare e sviluppare relazioni e network. Questo è possibile grazie alle capacità empatiche tipiche delle donne che, gestite consapevolmente, trasmettono alle persone la certezza di essere capite, facilitando grandemente le relazioni. Ve ne sono numerose altre, quali ad esempio la velocità di pensiero, la creatività, la capacità di pensare al di fuori degli schemi e di risolvere problemi in maniera non convenzionale e intelligente, oltre alla capacità di vedere e descrivere le cose da punti di vista differenti. 

blond-hair-board-desk

All’interno del Gruppo Schindler avete implementato delle misure che favoriscono la conciliazione lavoro-famiglia?

Siamo favorevoli al lavoro part-time, che permette di meglio conciliare gli impegni familiari con gli interessi e gli impegni professionali: sia di donne che di uomini. Prestiamo particolare attenzione al felice periodo legato alla maternità, fornendo condizioni flessibili nel reinserimento in azienda, ad esempio - dove possibile - attraverso soluzioni di home-working: i moderni strumenti di comunicazione telematica di cui ci siamo dotati stanno ampliando sempre più le possibilità di collaborazione efficace a distanza. 

Per un’azienda come la vostra oggi più che mai è fondamentale riuscire ad attrarre dei talenti, soprattutto per ricoprire le posizioni-chiave. Come vi muovete?

L’azienda ha un forte ingaggio in materia di formazione, a partire dai giovani. Ci siamo dotati di un programma talenti che ci permette di offrire a ragazze e ragazzi che svolgono un apprendistato presso la nostra azienda di effettuare una formazione superiore abbinata al lavoro. Formiamo, in questo senso, i nostri specialisti del futuro e la formula è vincente. Attualmente impieghiamo - tra tecnici e ingegneri - circa una quarantina di nostri ex apprendisti, alcuni in posizioni chiave dell’azienda. Collaboriamo inoltre volentieri con le università su progetti specifici, fornendo a giovani l’opportunità di svilupparsi in azienda e maturare esperienza. Questo approccio fornisce a noi stessi l’opportunità di ampliare la rete di contatti con potenziali futuri collaboratori ai quali offrire uno speciale programma di carriera - di respiro internazionale - rivolto a giovani talenti. Per quanto riguarda i nostri collaboratori, offriamo ampie opportunità di formazione, strumenti volti a individuare le necessità di formazione e di sviluppo e valorizzazione delle capacità tecniche, gestionali e di leadership. Quale parte di nostri processi svolgiamo inoltre workshop chiamati “Talent Review Meeting” in ciascuna area funzionale, con l’obiettivo di considerare i bisogni chiave dell’organizzazione, le competenze delle collaboratrici e dei collaboratori e le azioni di supporto necessarie per permettere loro di esprimere al meglio il proprio potenziale e sviluppare la propria carriera professionale.

Metrico Alessandro

Altri articoli del blog