Inudstry-concept

Covid-19 e igiene: il mio ambiente di lavoro è sicuro?

   
AITI
< Indietro

La diffusione del Covid-19 anche alle nostre latitudini per le realtà economiche ha significato confrontarsi con periodi di chiusura totale o parziale, doversi adattare a nuove regolamentazioni, mettere in campo modalità produttive e di gestione del personale diverse. La situazione ha inoltre favorito l’accentuarsi della sensibilità nei confronti della salute e della sicurezza dei propri collaboratori, anche in settori nei quali le mansioni svolte non comportano – o per meglio dire non comportavano - particolari rischi. Per questo, al di là delle normative vigenti della Confederazione ad esempio sulle distanze sociali, sul numero di collaboratori all’interno di un ufficio o sito produttivo, sull’utilizzo di dispositivi di protezione individuale, alcune domande che i datori di lavoro si pongono spesso in questo periodo sono: come posso far sì che anche l’ambiente stesso di lavoro sia sicuro? Con quale frequenza deve essere effettuata la pulizia? Vi sono prodotti specifici da utilizzare, come ad esempio disinfettanti? Come agire nel caso di collaboratori con sintomi influenzali o addirittura positivi al Covid-19?

2020-03_Hygiene-Steward_IMG_0250-00_00_14_09

Vengono in aiuto per rispondere a queste domande e mettendosi a disposizione per interventi concreti le società che si occupano di pulizie e di Facility Management. Il personale di queste aziende, sin dall’inizio della diffusione del Covid-19 ha giocato un ruolo chiave in tutti i settori – e in particolar modo in quello sociosanitario – essendo in prima linea per l’igienizzazione, la disinfezione e se necessario la decontaminazione degli spazi. "Un'accurata formazione sull'uso dei dispositivi di protezione individuali, delle procedure e dei prodotti da utilizzare garantisce la massima tutela per il nostro personale, con l'obiettivo di assicurare a sua volta protezione e sicurezza per i collaboratori e gli ospiti di aziende e strutture sociosanitarie", spiega Sergio Morisoli, Direttore regionale di ISS Facility Services.

Gli interventi di pulizia possono avvenire a tre livelli in base allo scenario che si presenta:

  • L’igienizzazione è una sorta di profilassi, per mantenere un’ottima situazione igienica in un edificio evitando il diffondersi di agenti patogeni indesiderati. In particolare, l’attenzione è rivolta alle superfici di contatto regolarmente o frequentemente toccate (come maniglie delle porte, ringhiere delle scale, pulsanti degli ascensori, ecc.) o agli spazi comuni come servizi igienici, zone pausa, mense.
  • La disinfezione si rende necessaria in singoli posti di lavoro o aree dove ci potrebbero essere casi o rischi di contaminazione (senza che sia confermato un caso di Covid-19) e avviene con prodotti e procedure speciali.
  • La decontaminazione è un intervento intensivo, una tantum, di singoli posti di lavoro o di aree di lavoro con l'obiettivo di poter utilizzare nuovamente lo spazio senza esitazioni anche in un caso confermato di Covid-19.

2020-03-03_Decontamination-Specialist_06-00_00_14_27

Si tratta di interventi specifici che vengono pianificati nel dettaglio con il cliente e coordinati con gli eventuali team addetti alle pulizie già attivi. Nel caso di ISS, il Direttore Morisoli spiega “Abbiamo formato delle squadre apposite che operano come una unità di pronto intervento, capitanate da esperti del settore che offrono in primo luogo un servizio di consulenza in merito a quello che è realmente necessario fare per rendere gli ambienti di lavoro sicuri dal punto di vista igienico”.

Non da ultimo, in questa situazione di incertezza, i collaboratori, i clienti, i fornitori e gli eventuali altri frequentatori dello spazio lavorativo apprezzeranno lo sforzo per mettere in sicurezza il loro ambiente.

Elmec Suisse quadrato

Altri articoli del blog