Inudstry-concept

Capitani di industria. Questionario di Proust ad Andrea Moroni Stampa, Chief Operation Officer di HSCS Sagl di Mendrisio: Engineering & Prototyping by Hemargroup.

   
AITI
< Indietro

Andrea Moroni Stampa è nato il 24 ottobre del 1986, orgogliosamente sotto il segno dello scorpione.

Naturalmente incline agli studi scientifici, ha conseguito il Master of Science ETH in Electrical Engineering and Information Technology presso il Politecnico federale di Zurigo (ETHZ).

Sposato con Alessia, è padre di due adorabili bambini: Charlotte di 7 anni e David di 4.

Nel tempo libero, Andrea ama viaggiare con la sua famiglia, leggere romanzi di sci-tech-fiction e rilassarsi con i fumetti di Topolino.

Per quanto riguarda l’attività professionale, dal 2012 Andrea è il CTO di Hemargroup. Nel 2017, ha fondato privatamente HSCS: una società che, nel 2019, è stata acquisita proprio da Hemargroup. In HSCS, Andrea ricopre il ruolo di Chief Operation Officer.

Attualmente, fanno parte di Hemargroup: l’Headquarter Hemar AG (fondato nel 1974), la Production SEFA SA (fondata nel 1972) e, come detto in precedenza, HSCS Engineering & Prototyping Sagl (nata nel 2017 per iniziativa di Andrea).

Andrea Moroni Stampa al lavoro nel laboratorio di Engineering e PrototypingAndrea Moroni Stampa al lavoro nel laboratorio di Engineering e Prototyping

L’aspetto più innovativo che lo caratterizza è la trasversalità delle competenze e delle risorse che mette a disposizione degli utenti, permettendo loro di arrivare - in tempi rapidi - a soluzioni funzionanti e performanti.

HSCS, realtà che si contraddistingue per i suoi servizi altamente innovativi, è attiva nell’ambito dell’engineering (sviluppo + design) e della produzione di apparecchiature elettroniche.

Nonostante le attuali gravi difficoltà nel reperimento di componenti e di materiali in ambito elettronico, alcune famiglie di apparecchi fabbricati dall’azienda stanno registrando una crescita esponenziale.

Il 75% di quanto viene prodotto è destinato al mercato svizzero mentre il restante 25% all’esportazione, con le seguenti percentuali: 10% in Italia, 10% in Germania e 5% nel resto del mondo.

In realtà, i clienti di Hemargroup esportano i prodotti forniti dall’azienda di Mendrisio in tutto il mondo, in ragione del 90%.


Andrea, come si definirebbe usando solo tre aggettivi?
Proattivo, testardo, flessibile.

Qual è la sua migliore virtù?
Sono sempre pronto ad aiutare chi ha bisogno di me.

E il suo peggior difetto?
Tendo a sopravvalutare il prossimo.

La qualità che apprezza maggiormente in un uomo?
Schiettezza e intelligenza.

E in una donna?
Che differenza fa rispetto all’uomo?

Il suo sogno di felicità?
Tranquillità e salute famigliare, corretto “balance” tra lavoro e tempo libero. E come famiglia, intendo sia di sangue che sul posto di lavoro.

Cosa non tollera?
Disonestà e slealtà.

Cosa, invece, la inorgoglisce?
Riuscire a portare a termine le richieste che mi vengono fatte.

Se fosse un colore, che colore sarebbe?
Blu cielo.

La famiglia Moroni StampaAndrea sulle piste da sci con la sua famiglia.


E se fosse un animale?
Un elefante.

Fiore preferito?
Il tulipano.

Piatto preferito?
Pasta al ragù e grigliata mista… insieme!

La città che ama di più?
New York.

Scrittori e poeti prediletti?
Dan Brown, Clive Cussler, John Grisham, Carl Barks e Silvia Ziche.

Il brano musicale che le fa battere il cuore?
“Every breath you take”, edizione originale dei Police.

Il pittore che la emoziona di più?
Monet.

Qual è il personaggio storico o contemporaneo che ammira di più?
Bill Gates e Steve Jobs, ognuno a modo suo.

E quello che invece detesta?
Nessuno… tutti abbiamo dei lati negativi.

Il dono di natura che vorrebbe possedere?
Il teletrasporto.

Le colpe che le ispirano maggiore indulgenza?
Quelle determinate dall’inesperienza, fintanto che si riesce a crescere imparando dai propri errori.

C’è una passione alla quale non saprebbe rinunciare?
Viaggiare e conoscere cose nuove.

Qual è il suo stato d’animo attuale?
Sulla cresta dell’onda.

Come vorrebbe morire?
Istantaneamente.

Il suo motto?
“Sii te stesso e impara dai tuoi errori”.

Altri articoli del blog